Tra gli animali domestici quali possiamo o dobbiamo assicurare?

Esistono razze e tipologie di animali da assicurare per obbligo vediamo quali

Se abbiamo un meticcio dobbiamo stare tranquilli, perché anche se il cane è un incrocio con un molosso non abbiamo nessun problema per assicurare il cane, mentre paradosso delle nostre leggi, se il cane fa parte di una lista di razze considerate a rischio molte assicurazioni non ci lasceranno accendere la polizza animali, anche se i decreti del 2009 di fatto annullano le liste esistenti prima della data.

assicurazione animali domestici

Le razze per cui molte assicurazioni potrebbero crearvi problemi sono: l’American Bulldog,  il Cane da pastore di Charplanina, il Cane da pastore dell’Anatolia, il Cane da pastore dell’Asia centrale, Cane da pastore del Caucaso, Cane da serra da Estreilla, Dogo argentino, Fila brazileiro, Perro da canapo majoero, Perro da presa canario, Perro da presa mallorquin, Pit bull, Pit bull mastiff, Pit bull terrier, Rafeiro do alentejo, Rottweiler, e infine il Tosa inu.

C’è per fortuna però una polizza che non tiene conto di razza e non da sovraprezzo o limita in nessun modo, infatti se siete in possesso di un cane della razza che ho citato sopra potete rivolgervi al sito Dottordog.

Ho fatto un giro nel sito e ho visto che anche le garanzie accessorie sono ottime perchè oltre alla normale responsabilità civile che penso dovrebbero avere tutti i cani, copre anche le spese veterinarie, sia in caso di aggressione da altri animali che in altre occasioni.

Esiste poi la categoria degli animali esotici, che sarebbe bene assicurare sia per i costi dell’animale che per la responsabilità civile che può implicare il possedere questi animali.

Oltretutto essendo animali portati via dal loro habitat naturale spesso hanno patologie dovute proprio a questo, le polizze esistono e sono molto più onerose delle semplici assicurazioni per animali domestici.

Voglio infine ricordarvi che le polizze non coprono i danni in manifestazioni e gare sportive per animali, e che la castrazione e le normali vaccinazioni non vengono mai contemplate quali spese veterinarie, perché sono spese base per chiunque possegga un animale domestico.

Anche la più moderna ( e per la quale mi trovo molto molto contraria) psicoterapia dell’animale la polizza non prevede coperture.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *