Problema nipoti nell’eredità di assicurazione vita

La corte di cassazione ha dovuto decidere sull’eredità dell’assicurazione vita.

Nel caso in cui stipulando una polizza vita si dichiari che i beneficiari non siano persone ben identificate ma i legittimi eredi in vita al momento della propria dipartita, ci sono diversi casi in cui esistono diversi modi di ripartire le quote. Nel caso di moglie e figli legittimi vengono divisi in parti uguali quindi il problema non sussiste è regolamentato dalla legge.

fare-soldi-da-casa

Il caso invece di parenti come la moglie e fratelli e sorelle, in quel caso come per tutto l’asse ereditario viene dato ad esempio se si ha in vita la moglie o il marito e due fratelli o sorelle, il coniuge avrà la metà e la restante metà andrà diviso tra i fratelli.

La corte di cassazione si è trovata la richiesta invece di una donna che non voleva dividere la polizza in parti uguali con i nipoti del marito defunto, perchè la sorella del marito era già dipartita prima del defunto in oggetto.

A questo punto i giudici della corte si sono espressi dando torto alla donna, infatti hanno dichiarato che le parti, se non espressamente specificato da chi stipula la polizza viene diviso equamente e sempre in parti uguali.

Quindi continuo a credere che sia necessario essere molto lungimiranti in caso di stipula di una polizza vita, proprio pensando che non avremo più potere decisionale al momento della dipartita, quindi sarà necessario fare moltissima attenzione a dichiarare in che parte e a chi l’assicurazione debba dare le parti della nostra assicurazione.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *