Prime impressioni sul nuovo metodo di controllo assicurativo

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Sembra abbia esito positivo l’idea dei nuovi controlli

Secondo i primi dati sembra positivo il cambiamento che vediamo in questo periodo di transizione dall’esposizione del tagliando di controllo della polizza per la nostra auto, da quando infatti è stato deciso di non farlo più esporre, tanti sono stati i dubbi e le incertezze che molti avevano espresso, pensando che possa essere un motivo in più per aiutare chi non la vuole pagare a delinquere senza problemi.

controlli assicurazioni

Nelle zone dove il funzionamento delle telecamere di zone ztl e quelle al di sopra dei semafori, hanno riscontrato un ottimo funzionamento della ricerca dei furbetti della polizza, infatti grazie al software che raccoglie i dati secondo la rilevazione della targa dell’auto, è stato semplice trovare chi era sprovvisto del tagliando e senza doverlo per forza esporre.

Molte sono già le vetture truffaldine che sono state multate ed obbligate a mettersi in regola con le leggi.

Un neo che non va sottovalutato però è che in certe zone d’Italia non funzionano correttamente queste apparecchiature e così non tutti vengono trovati, il problema oltretutto è che proprio nelle zone dove non funzionano le telecamere per il controllo sono proprio le stesse dove esiste il maggior numero di persone non in regola con la polizza, speriamo quindi che oltre a questa legge vengano anche sistemati i mezzi per farla rispettare, se si continua con il controllo si potrà presto avere la fortuna di raccoglierne i frutti e vedere  il conto della nostra polizza diventare più leggero, si conta infatti su quest’ondata di controlli che già dal 2016 potremo vedere leggeri sconti.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>