Le polizze per le imbarcazioni

Un obbligo di responsabilità civile anche per i natanti

Non solo i mezzi su strada hanno obbligo di assicurazione, ma anche per le imbarcazioni la legge ne richiede il possesso, una polizza con regole simili alla strada perchè prevede il pagamento per danni provocati a terzi sia in mare che al porto, perchè anche una nave in movimento può essere pericolosa al pari di una vettura.

assicurazioni per natanti

Da specificare che la polizza non è obbligatoria per le imbarcazioni che non hanno un motore, quindi quelle a remi, a vela o a pedali sono assicurabili ma a discrezione del proprietario, mentre gommoni a motore e tutte le altre imbarcazioni ne sono obbligate ai sensi di legge.

L’assicurazione non prevede rimborso nel caso l’incidente sia avvenuto durante competizioni, per chi vuole essere tutelato durante delle gare, purchè queste siano fatte in forma ufficiale può rivolgersi ad una compagnia di assicurazioni per dei pacchetti dedicati.

Come per la guida di vetture anche per le barche la compagnia non rimborsa e si avvale del diritto di rivalsa se il conducente che ha creato il sinistro guidava sotto effetto di alcool o di stupefacenti, naturalmente anche se non viene trovato in possesso di regolare patente e permesso di circolazione e anche nel caso che il trasporto di cose o persone non segua le direttuce della specifica imbarcazione.

Hanno le polizze durata semestrale o annuale come le vetture e per stipularle ne valgono le stesse leggi e gli stessi metodi comparativi, è possibile infatti richiedere diversi preventivi con le stesse tipologie e scegliere poi quella che maggiormente ci conviene per rapporto prezzo e garanzie accessorie.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *