La polizza sulla vita è detraibile?

Quanto e come possiamo detrarre della nostra polizza vita

In tutte le spese che facciamo nella nostra vita, dovremmo imparare, e tanto di cappello a chi già lo fa, a controllare quanto ci sia di detraibile da ogni pagamento che facciamo, perché con ogni acquisto o stipula di contratto già diamo la nostra parte allo stato, quindi è giusto che quando ci è dovuto, lo stato ci dia quanto ci spetta.

detraibilità polizza vita

 

Ai tempi del governo Letta era stato varato il patto di stabilità e quando si è eliminata la seconda rata dell’IMU e altri problemi che hanno alla fine portato meno proventi nelle casse dello stato, una delle conseguenze negative è stata anche la detraibilità delle polizze.

Nell’ultimo anno si è ridotta la cifra detraibile che è solo per i primi 530,00 euro dei premi versati e per un massimo di 100,70 sulla polizza vita.

Le polizze per poter essere detratte devono essere stipulate almeno da cinque anni. Per le polizze stipulate prima del 2001 è valida solo la regola suddetta che la polizza deve essere stipulata da almeno 5 anni e per i primi cinque anni non si possono richiedere finanziamenti.

Cambia poi le regole dal 2001 ad oggi perché per poter detrarre la polizza vita nelle cifre suddette adesso si deve avere obbligatoriamente nella polizza la garanzia di copertura per invalidità permanente non al di sotto del 5% poi la clausola della mancata autosufficienza e anche la copertura in caso di morte, ecco che il carico ci fa capire che per la detrazione è più la spesa che l’impresa.

Quindi come al solito da una decina d’anni a oggi anche questa parte dell’assicurazione è depenalizzato, però era mio dovere parlarvi anche di questa possibilità di ricevere la detrazione di questa piccola parte.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *