I danni da acqua condotta sono sempre coperti

Nella polizza casa sono coperti sempre i danni da acqua condotta?

Quando stipuliamo una polizza casa spesso ci limitiamo a guardare garanzie e massimali, senza pensare che spesso nel corso poi della vita capitano imprevisti che ci portano a dover chiedere indennizzo e la compagnia assicuratrice per piccoli cavilli che non avevamo preso in considerazione ci danno esito negativo, e quindi la spesa che speravamo di non dover affrontare grava completamente su di noi.

condotte-acqua-condotte-idriche-g

Una delle maggiori volte dove ci ritroviamo con il problema di non ricevere indennizzo è quando il danno dell’acqua è all’esterno del perimetro della casa, facciamo un esempio pratico, vi accorgete di una macchia d’acqua in cantina ma il danno viene poi dai tecnici rilevato nelle tubature in giardino, ecco in questo caso spesso le compagnie non ci indennizzano quindi attenzione per prima cosa controllate che tra le cause non ci sia restrizione di luogo dove viene cercato il danno.

Altro esempio nel quale spesso non viene dato nessun tipo di indennizzo è nel momento in cui non ci siano segni evidenti lasciati dalla perdita, esempio sul soffitto si forma alone di acqua per una perdita solitamente temporanea, questa però evaporando ed asciugando non lascia evidenti segni di umidità quindi per la compagnia assicurativa viene calcolato un danno assorbito e quindi non viene indennizzato alcun tipo di danno.

Ora che sai che devi fare molta attenzione a tutte le clausole e le postille ti consiglio di leggere qui un piccolo vademecum sulle polizza assicurative della casa così da avere le nozioni corrette per scegliere la polizza che più fa al caso tuo.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *