Dove conviene lasciare il tfr?

A conti fatti come conviene gestire tfr e fondi pensione

Il primo conto che si deve fare per capire se ci conviene lasciare il nostro tfr in azienda o investirlo in un fondo pensione è sicuramente la tassazione che viene effettuata a scadenza del nostro periodo di lavoro quindi all’atto della liquidazione, se abbiamo deciso di lasciare il tfr in azienda verrà liquidato con una tassazione calcolata in base al reddito degli ultimi cinque anni e di solito oscilla intorno al venti, trenta per cento.

Deposit

Nel caso invece avessimo deciso di destinare il nostro trattamento di fine rapporto ad una pensione integrativa la tassazione si abbassa dal quindici per cento anche arrivando al nove per cento in base a calcoli sul reddito ma è comunque nettamente minore del precedente.

In entrambi i casi comunque ti sarà possibile richiedere degli anticipi sulla cifra totale sia per acquisto o ristrutturazione della tua prima casa, sia per problemi di salute o familiari e anche una piccola parte per qualsiasi esigenza, in caso il tfr sia in azienda una regola è che non si può chiedere l’anticipo se non una volta sola, mentre nel caso della pensione la richiesta è possibile farla più volte ma non per cifre superiori al 75% di quanto accantonato.

Anche la liquidazione è poi differente, ad esempio in caso di pensione integrativa la cifra accantonata viene data a rate mensili proprio in veste di assegno di pensione integrativo, mentre dall’aziende viene erogata in un unica soluzione quindi calcolate le necessità potete optare per una i per l’altra opzione.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *