Consigli per valutare la polizza vita

Anche in tempi di crisi conviene valutare la polizza vita per essere sempre sicuri.

In questi periodi dove è difficile spendere, si deve comunque valutare un modo per essere coperti in casi di gravi problemi di salute o morte, perchè dobbiamo sempre calcolare che anche se il periodo non è economicamente dei migliori il problema sarà proprio che nel caso di infortuni gravi che portano anche disabilità la situazione può crollare e quindi è necessario calcolare anche un ombrello per i periodi di tempesta.

famiglia

La prima cosa che dobbiamo valutare in questo periodo di crisi è il valore lordo, che è praticamente quanto versiamo mensilmente o annualmente per il pagamento della polizza, e il netto che è praticamente la cifra che effettivamente viene investita al netto appunto di tasse e suppellettili, così da capire se è veramente conveniente la nostra polizza.

E’ proprio su questa cifra che abbiamo la possibilità di valutare quale sia la polizza che ci aiuterà per avere minima spesa e massima resa.

Per quanto riguarda invece le pensioni integrative dobbiamo valutare se accendere o meno una polizza che preveda questo tipo di indennizzo esclusivamente se calcolato il nostro possibile reddito dopo la fine del lavoro e ci rendiamo conto che abbiamo bisogno di integrarlo per poter garantire una vita serena a noi e ai nostri famigliari.

Per la polizza vita possiamo prevedere anche la clausola che in caso di fine della durata della polizza con il contraente ancora in vita sia previsto un indennizzo al contraente anche se di cifra minore di quanto effettivamente sarebbe dato in caso di morte.

Autore dell'articolo: Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *